Immagine
Mercurio

Immagine
Venere

Immagine
Terra

Immagine
Marte

Nettuno

Immagine
Giove

Immagine
Saturno

Immagine
Urano

Immagine
Nettuno


Il Sistema | I Pianeti | Le Missioni | Immagine Mancante


Urano

ImmagineNettuno è l'ottavo e più lontano pianeta del Sistema solare partendo dal Sole. Si tratta del quarto pianeta più grande, considerando il suo diametro, e addirittura il terzo se si considera la sua massa. Nettuno ha 17 volte la massa della Terra ed è leggermente più massiccio del suo quasi-gemello Urano, la cui massa è uguale a 15 masse terrestri, ma rispetto al quale è meno denso. Il nome del pianeta è dedicato al dio romano del mare. Scoperto la sera del 23 settembre 1846 da Johann Gottfried Galle con il telescopio dell'Osservatorio astronomico di Berlino, e Heinrich Louis d'Arrest, uno studente di astronomia che lo assisteva, Nettuno fu il primo pianeta ad essere stato trovato tramite calcoli matematici più che attraverso regolari osservazioni: cambiamenti insoliti nell'orbita di Urano indussero gli astronomi a credere che vi fosse, all'esterno, un pianeta sconosciuto che ne perturbava l'orbita. Il pianeta fu scoperto entro appena un grado dal punto previsto. La luna Tritone fu individuata poco dopo, ma nessuno degli altri 13 satelliti naturali di Nettuno fu scoperto prima del XX secolo. Il pianeta è stato visitato da una sola sonda spaziale, la Voyager 2 che transitò vicino ad esso il 25 agosto 1989. Nettuno ha una composizione simile a quella di Urano ed entrambi hanno composizioni differenti da quelle dei più grandi pianeti gassosi Giove e Saturno. Per questo sono talvolta classificati in una categoria separata, i cosiddetti "giganti ghiacciati". L'atmosfera di Nettuno, sebbene simile a quelle sia di Giove che di Saturno essendo composta principalmente da idrogeno ed elio, possiede anche maggiori proporzioni di "ghiacci", come acqua, ammoniaca e metano, assieme a tracce di idrocarburi e forse azoto. In contrasto, l'interno del pianeta è composto essenzialmente da ghiacci e rocce come il suo simile Urano. Le tracce di metano presenti negli strati più esterni dell'atmosfera contribuiscono a conferire al pianeta Nettuno il suo caratteristico colore azzurro intenso. Nettuno possiede i venti più forti di ogni altro pianeta nel Sistema Solare. Sono state misurate raffiche a velocità superiori ai 2 100 km/h. All'epoca del sorvolo da parte della Voyager 2, nel 1989, l'emisfero sud del pianeta possedeva una Grande Macchia Scura comparabile con la Grande Macchia Rossa di Giove; la temperatura delle nubi più alte di Nettuno era di circa -218 °C, una delle più fredde del Sistema solare, a causa della grande distanza dal Sole. La temperatura al centro del pianeta è di circa 7 × 103 °C, comparabile con la temperatura superficiale del Sole e simile a quella del nucleo di molti altri pianeti conosciuti. Il pianeta possiede inoltre un debole sistema di anelli, scoperto negli anni sessanta ma confermato solo dalla Voyager 2.

Parametri Orbitali

Semiasse maggiore4,498x109 km
Perielio4,459x109 km
Afelio4,536x109 km
Circonf. orbitale2,826x1010 km
Periodo orbitale164,88 anni
Periodo sinodico367,49 giorni
Velocità orbitale5,432 km/s(media)
Inclinazione orbitale1,76917°
Eccentricità0.00858587
Longitudine del nodo ascente131,72169°
Argom. del perielio273,24966°
Satelliti14
Anelli10

Dati Fisici

Diametro medio49 081 km
Superficie7,619x1015 m2
Volume6,254x1022 m3
Massa1,0243x1026 kg
Densità media1 638 kg/m3
Acceleraz. di gravità11,15 m/s2
Velocità di fuga23,5 km/s
Periodo di rotazione16,11 ore
Velocità di rotazione(all'equatore)2 680 m/s
Inclinazione assiale28,32°
Temperatura superficiale50 K (min)
56 K (max)

Itis Euganeo Classe 1 AI
Autori: Gallocchio, Visentin